METAMORFOSI


Metamorfosi di un Angelo

Qualche mese prima di volare nel suo ultimo cielo, Angelo si era posto una domanda: “se tutto ciò che ho fatto, avrà risonanza sulla terra, potrà dirlo soltanto il tempo…”

 

Quando quel tempo è arrivato, in una domenica somigliante a tante altre già trascorse, è accaduto in una frazione di secondo…

 

…assurdo, incomprensibile, inaccettabile…

 

ma la risposta alla sua domanda, ha squarciato gli animi delle persone che lo hanno amato, con l’amara consapevolezza di chi è impotente dinnanzi alle scelte del destino…

 

Dopo un periodo di raccoglimento e inerzia, pur essendo ancora stordita per la perdita non solo di un fratello, ma anche di una persona prorompente come Angelo, (la cui presenza è da sempre stata fondamentale e rumorosa per tutta la famiglia) mi risveglio dal torpore di un letargo durato mesi, e  inizio a versare barattoli di colore sulle tele, in maniera veloce e spesso scoordinata, esprimendo malinconia, e a sprazzi, rabbia e rassegnazione…

 

Oggi, a distanza di anni, riesco a dire che nulla e nessuna persona è riuscita ad aiutarmi a metabolizzare il dolore, così come ha fatto l’Arte…

 

… dipingere, plasmare materiali e colore, mi ha restituito, pian piano, forza ed energia per guardare oltre e con occhi diversi, tutto ciò che mi circondava… qualsiasi cosa ha assunto un’altra consistenza e ha improvvisamente preso valore…

 

 Le tele realizzate nei mesi successivi, si sono trasformate in oggetti di ricordo, sono diventate nella mia mente, la “Metamorfosi ideale di un angelo” da raccontare al mondo.

 

BUENOS AIRES - NEW YORK - LOS ANGELES - ROMA - MILANO

 

Descrizione immagine